SHORT FILMS

il linguaggio non verbale si fa memoria e olfatto.
Un luogo, urbanizzato e reso sterile  è allo stesso tempo il luogo del ricordo. Un uomo compie il gesto dell'annusare un fiore richiamando gli altri alla condivisione. Un gesto che appartiene al suo vissuto, all'infanzia.
Due mondi si contrappongono e si fondono in trama onirica.
L'opera dunque diventa manifesto di un desiderio: un nuovo e armonico rapporto tra uomo e natura.
 The non-verbal language becomes remembrance and smell.
A place, urbanized and rendered sterile is at the same time place of remembrance. A man makes the gesture of smell a flower attracting the others to share. A gesture that belongs to his past and childhood.
Two worlds are contrasted and merge into dream-like plot.
The work therefore becomes manifest of a wish: a new and harmonious relationship between man and nature.


giannivideo

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.